iPhone 3GS


Immagine 4

In poco meno di due anni, l’iPhone di Apple ha trasformato il modo in
cui il mondo pensa ad un telefono cellulare. Le varie compagnie
telefoniche e i produttori di cellulari come Palm, Google, Nokia e
Research in Motion si sono affrettati a copiare l’interfaccia
touchscreen dell’iPhone, la facilità di accesso a Internet e l’App
Store.

Il nuovo
iPhone 3GS

sembra quasi identico al suo predecessore, che a sua volta ha offerto
pochissimi cambiamenti rispetto al primo modello di iPhone. Ma con
l’iPhone 3GS, insieme con con l’aggiornamento software iPhone OS 3.0,
Apple ha risolto tutti i principali punti deboli del suo smartphone,
aggiungendo anche nuove funzioni che i concorrenti ancora non offrono.

Sicuramente la concorrenza adesso è molto
più forte per Steve Jobs & C. rispetto a due anni fa, ma
l’iPhone
3GS testimonia che Apple è ancora il leader di questo particolare
settore e con ampio margine.

Esteticamente l’iPhone 3GS è praticamente identico all’iPhone
3G
,
che a sua volta non si discosta molto dall’iPhone EDGE. Il nuovo iPhone
ha il “solito” luminoso, bello e ad alta risoluzione display 3,5”
touchscreen (480×320 pixel). L’iPhone 3GS ha i quattro pulsanti fisici
“istituzionali” (Home appena sotto lo schermo touchscreen,
Standby/Riattiva in alto, sul lato sinistro un pulsante a “bilanciere”
per aumentare e ridurre il volume, e poco più sopra il pulsante per
attivare la vibrazione). La scocca posteriore è in plastica nera o
bianca, esattamente come l’iPhone 3G. Sempre sul retro, la scritta
iPhone, il logo Apple, il riquadro con l’indicazione dei GB e i marchi
di conformità FE e CE sono in argento.

Al di là del colore di queste scritte, che
dimostra l’attenzione di Apple ai dettagli, l’unica altra novità
estetica è rappresentata dal rivestimento
oleorepellente del display
che limita al minimo le impronte
delle dita.

In realtà, non ho mai considerato le
impronte digitali un problema con l’iPhone, dal momento che il display
è sempre molto brillante. Ma è innegabile che in particolari condizioni
di illuminazione, le impronte digitali possono realmente infastidire,
specialmente se si sta cercando di guardare un video.

Ovviamente, il rivestimento oleorepellente
dell’iPhone 3GS non fa sparire magicamente le impronte. Quello che fa è
creare una superficie olio-repellente che si può facilmente pulire.
Toccando con le dita unte di patatine fritte il display dell’iPhone 3G
e poi quello dell’iPhone 3GS, su entrambi i dispositivi sono rimaste
impresse le ditate. Dopo aver strofinato lo schermo dell’iPhone 3GS
sulla manica della mia camicia, il display è risultato perfettamente
pulito. Al contrario, ripetendo la stessa operazione con l’iPhone 3G
(utilizzando però l’altra manica pulita), è rimasto un sottile residuo
oleoso uniforme su tutta la superficie.

La gente compra l’iPhone 3GS perché il
display ha un trattamento olio-repellente? Certamente no. Ma con questo
rivestimento, Apple ha affrontato e risolto un punto debole, anche se
di minore importanza, della progettazione dell’iPhone. Alla luce delle
poche modifiche esterne apportate all’iPhone 3GS, è evidente come a
Cupertino abbiano una estrema fiducia nell’attuale design del
cellulare. Invece di effettuare un restyling del look dell’iPhone, i
designer Apple si sono concentrati sulle piccole cose, come rende
facile pulire il display dalle impronte.

Via, più veloce della luce!

Se il nuovo iPhone 3GS si caratterizza per
l’assenza di novità dal punto di vista estetico, i maggiori cambiamenti
rispetto al precedente modello sono, come si dice in questi casi, sotto
il cofano. Il processore del 3GS ha una velocità di clock pari a
600MHz, contro i 412MHz dei modelli precedenti; ed ha anche 256MB di
RAM, invece dei 128MB dell’iPhone 3G.

Il risultato è un dispositivo
indiscutibilmente più veloce, non solo in alcuni particolari condizioni
d’utilizzo, ma sempre. L’avvio dell’iPhone 3GS è risultato il più
rapido di qualsiasi altro dispositivo con iPhone OS 3.0, e anche
l’apertura delle varie applicazioni hanno fatto registrare tempi da
record. Il browser Safari ha il più veloce motore JavaScript, come
misurato dal benchmark
SunSpider
,
e carica le pagine Web nettamente più rapidamente. Sotto ogni aspetto
l’iPhone 3GS è risultato di gran lunga più veloce dell’iPhone 3G.

Se la reattività dell’iPhone 3GS è dovuta
principalmente alla maggiore velocità del suo processore, il
quantitativo superiore di RAM non solo rende le applicazioni più
fluide, ma anche maggiormente stabili. Infatti, numerosi sviluppatori
iPhone si sono lamentati per la limitata memoria a disposizione con i
precedenti dispositivi iPhone OS, che ha determinato rallentamenti e
crash delle applicazioni. Con l’iPhone 3GS, tali applicazioni hanno il
doppio di memoria a disposizione, con evidenti vantaggi per la velocità
e la stabilità in generale.

La velocità non si ferma all’avvio delle
applicazioni e al caricamento delle pagine Web. L’iPhone 3GS supporta
il nuovo standard OpenGL ES 2.0, il che significa che i nuovi videogame
sono in grado di offrire una qualità grafica mai vista fino ad oggi su
un dispositivo iPhone OS. Ma più importante, delle incredibili
potenzialità grafiche dell’iPhone 3GS si avvantaggeranno anche i vecchi
giochi che fino adesso hanno girato con un frame-rate basso, come Crash
Bandicoot Nitro Kart 3D
. Sony e Nintendo sono avvertiti.

L’iPhone 3GS è più veloce anche con
l’utilizzo della rete cellulare grazie all’adozione della tecnologia
HSDPA 7.2 Mbps. In pratica, significa che l’iPhone 3GS supporta una
nuova una velocità di download drammaticamente più veloce.

Finalmente una buona fotocamera

L’iPhone EDGE e 3G hanno la stessa mediocre fotocamera da 2 megapixel.
Come ho scritto nella recensione
di un anno fa
,
“non ha il flash, non ha lo zoom, non funziona bene in condizioni di
scarsa luminosità e non è in grado di girare video. Anche con soggetti
ben illuminati, le foto hanno un aspetto granuloso. In termini di
qualità, la fotocamera dell’iPhone 3G è paragonabile a quelle in
commercio sette anni fa ed è nettamente inferiore a numerose fotocamere
in dotazione con alcuni smartphone rivali. ”

L’iPhone 3GS finalmente pone rimedio forse
al punto più debole del iPhone, grazie all’adozione di una fotocamera
da 3 megapixel, anche se non ha ancora lo zoom o il flash che
permetterebbero di fare foto migliori soprattutto in condizioni di
scarsa luminosità. Tuttavia, questa nuova fotocamera rappresenta un
netto miglioramento rispetto ai precedenti modelli. In generale, ho
trovato le immagini scattate con l’iPhone 3GS più chiare, con colori
più brillanti e una definizione più nitida.

Ad aiutare la fotocamera dell’iPhone 3GS è
la funzione di messa a fuoco, che il precedente iPhone non ha. Di
default la fotocamera automaticamente si concentra sul soggetto che si
trova al centro della scena che si desidera fotografare, ma è possibile
toccare lo schermo su un altro dettaglio per spostare la messa a fuoco.
Se l’oggetto si trova in una zona più scura o più luminosa, la
fotocamera effettuerà le regolazioni del caso per assicurare
l’esposizione corretta del soggetto, anche se significa che le altre
zone rimarranno al buio o sovraesposte. La messa a fuoco non è
esattamente velocissima, ma funzione bene, e le immagini sono
decisamente migliori rispetto a quelle scattate con i precedenti
modelli di iPhone.

La nuova fotocamera consente inoltre di
scattare foto di oggetti a distanza ravvicinata – cosa che è
impossibile fare con i vecchi iPhone. Oltre a poter fotografare un
testo di una e-mail o di un giornale, si apre la possibilità di
utilizzare l’iPhone 3GS come lettore di codici a barre che ora, per la
prima volta, si possono fotografare con chiarezza. In molti Paesi,
fotografare il codice a barre di un determinato prodotto va molto di
moda perchè consente di avere maggiori informazioni grazie a software
pensati a questo scopo (basti pensare a Delicious
Library
o Booxter)

Ciak! Si gira

L’iPhone 3GS è in grado di girare video di
buona qualità. Ho confrontato un filmato girato con il nuovo iPhone (a
sinistra) con un video effettuato con una Nikon Coolpix S6 da 6
megapixel (a destra). Il video dell’iPhone è molto più morbido rispetto
a quello della NiKon, è gradevole da guardare, ma in generale piuttosto
carente nel dettaglio. Tuttavia, l’audio registrato dall’iPhone 3GS è
eccellente, di gran lunga migliore rispetto alla (francamente orribile)
qualità della Nikon Cookpix S6.

L’iPhone 3GS gira filmati più che dignitosi, anche se un po’ morbidi.
E’ ideale per le riprese video quando l’iPhone è l’unico dispositivo
che si ha con se.
Se si desidera una migliore qualità video, è necessaria una videocamera
dedicata.

I video registrati vengono salvati in
Rullino fotografico, insieme alle fotografie scattate. Le clip, però,
sono contraddistinte nella parte bassa da una piccola striscia con
l’icona di una videocamera e l’indicazione della durata del filmato.

I file multimediali vengono raggruppati in
Tutti, ma con un touch sul pulsante Foto o su Video nella piccola barra
che si trova in alto si accede solo alle fotografie o solo ai video
(non è chiaro perchè questa comoda opzione è assente in Rullino
fotografico dell’applicazione Immagini).

Con un “touch” su un video, è possibile
scegliere di avviare la riproduzione, oppure, tramite un film strip che
viene visualizzato nella parte superiore dello schermo, si può
stabilire il punto da cui far iniziare e finire il filmato.

Una volta che si tocca il pulsante Taglia,
il video viene tagliato e per quanti sforzi abbia fatto, non c’è modo
di annullare l’azione o ripristinare il video originale. Il che
significa che non è possibile girare un video lungo, tagliare una
piccola porzione da inviare per e-maili o da pubblicare su YouTube, e
poi avere anche la versione integrale per un uso successivo. Si
dovrebbe avere la possibilità di annullare il taglio o di duplicare una
clip in modo da creare più versioni (e non sarebbe male in futuro avere
una opzione che permetta di unire più clip insieme per fare un
mini-filmato).

Dopo aver verificato il video,
l’applicazione Foto consente di condividerlo con il mondo via e-mail,
inviando a MobileMe o caricarlo su YouTube, quest’ultima operazione è
risultata sorprendentemente veloce e facile. Chi non è pratico di
YouTube, può inviare il video su Flickr e Vimeo.

Controllo vocale

Uno dei maggiori punti deboli dei primi
due modelli di iPhone è l’impossibilità di attivare alcune funzioni
impartendo comandi vocali. Con l’iPhone 3GS, Apple ha aggiunto il
Controllo vocale non solo per chiamare i numeri della Rubrica, ma anche
per gestire l’iPod.

Per avviare il controllo vocale è
sufficiente tenere premuto il tasto Home o per circa due secondi il
pulsante centrale delle nuove cuffie (le stesse in dotazione con
l’ultima generazione di iPod
touch
, iPod
nano
e iPod
shuffle
). L’attivazione del Controllo vocale è confermato da
due brevi avvisi acustici che indicano anche che è il momento di
parlare.

Dopo il segnale acustico, è possibile
impartire alcuni comandi. Per chiamare un contatto, basta dire “chiama”
seguito dal nome della persona che si desidera telefonare. Se il
contatto ha più recapiti telefonici, una gentile voce robotica di donna
chiede se si desidera chiamare il numero di casa, ufficio o cellulare,
ad esempio. Se si ha più di un contatto con lo stesso nome o cognome,
il controllo vocale chiederà elencandoli quali contatti si desidera
chiamare. Se si pronuncia il nome completo della persona, la precisione
ovviamente aumenta. Se si vuole accelerare le cose, si può dire “Chiama
Stefano Donadio cellulare” tutto insieme. Si può anche istruire il
controllo vocale per comporre un semplice numero, come “Chiama
0814255…”.

Per controllare le funzioni dell’iPod è
possibile utilizzare una più ampia gamma di comandi. Impartendo il
comando “Riproduci playlist Alicia Keys”, l’iPhone dovrebbe iniziare a
riprodurre automaticamente tutti i brani contenuti nella playlist
Alicia Keys. Ho scritto dovrebbe, perchè in realtà non sono stato in
grado di “richiamare” alcuna playlist, album con un nome di un
cantante. Le uniche playlsit che il Controllo vocale ha riconosciuto
sono state “Riproduci playlist classifica” o “Riproduci playlist
recenti” e qualche altra. Se si ri-attiva il controllo vocale si può
attivare l’opzione “shuffle” con “Riproduci casuale” (pare non ci sia
un comando per disattivare la riproduzione shuffle).

Tutte le volte che si impartisce un
comando vocale, la voce robatica lo ripete per conferma. Se il comando
non è stato recepito correttamente, è sufficiente premere Annulla.

In generale, ho trovato il Controllo
vocale abbastanza preciso per i contatti della Rubrica, ma è
praticamente impossibile utilizzarlo con l’iPod.

Purtroppo, per quando riguarda il
Controllo vocale, le applicazioni telefono e iPod sono l’inizio e la
fine della storia. Nessun altro software è supportato, e non sembra che
le applicazioni di terze siano in grado di interagire con il Controllo
vocale. Sono anche un po’ sorpreso che Apple non abbia offerto una
suoneria vocale, tipo “Stefano Donadio, cellulare, chiamata”. In ogni
caso, come anticipato, il Controllo vocale affronta una delle
principali debolezze dell’attuale piattaforma iPhone.

Bussola

Da piccolo ero negli Scouts e la bussola
ha sempre esercitato un certo fascino in me. Quindi, ho salutato con
entusiasmo la Bussola software in dotazione con l’iPhone 3GS.

Anche se difficilmente si utilizzerà la
Bussola dell’iPhone per trovare il Nord, la nuova applicazione migliora
il funzionamento dei servizi di localizzazione. In Mappe, toccando il
tasto Localizzami in basso a sinistra, verrà mostrata la propria
posizione sulla mappa, ma adesso con un secondo “touch” sull’icona di
Localizzami, la mappa verrà ri-orientata in base alla direzione
dell’iPhone (o se preferite, in base a dove si sta guardando),
eliminando il problema di dover rovesciare la mappa per capire dove ci
si trova.

Purtroppo, la Bussola non funziona in

modalità Street View. Inoltre, di tanto in tanto scorrendo o zoomando
sulla mappa, si perde l’orientamento e la mappa viene riposizionata
verso Nord. Sfortunatamente, per ristabilire la direzione è necessario
premere due volte il pulsante Localizzami, perdendo così lo zoom, il
che può risultare abbastanza fastidioso.l’aggiunta di una bussola
all’acceleromentro dell’ Phone, significa che gli sviluppatori saranno
in grado di utilizzare i dati della posizione nei videogame e nelle
altre applicazioni.

Software

Naturalmente, oltre alle caratteristiche
uniche dell’iPhone 3GS, il telefono offre anche una serie di nuove
funzionalità che sono disponibili su tutti gli iPhone e iPod touch
grazie all’aggiornamento software iPhone OS 3.0. Per ulteriori
informazioni vi do appuntamento a domani quando pubblicherò la
recensione approfondita dell’iPhone OS 3.0.

Batteria

Apple dichiara che la batteria del’iPhone
3GS garantisce fino a cinque ore di conversazione (12 se si disabilita
la rete 3G), cinque ore di utilizzo su Internet (nove se si utilizza il
Wi-Fi), 10 ore di riproduzione video, 30 ore di riproduzione audio e
300 ore di standby. Tali specifiche sono leggermente migliori in alcuni
settori rispetto a quelli dell’iPhone 3G. Apple dichiara che non c’è
tanta differenza tra la batteria dell’iPhone 3GS e quella dei modelli
precedenti. iFixIt ha scoperto che la batteria del 3GS ha solo il 6% in
più di energia rispetto a quella dell’iPhone 3G, ma il nuovo iPhone è
in grado di utilizzare l’hardware in modo più efficiente, con
conseguente maggiore durata della batteria in determinate condizioni.

Il test della batteria richiede tempo,
l’iPhone 3GS 32GB l’ho acquistato online su Apple Store venerdì 19 e
l’ho ricevuto il lunedì successivo, e quindi non ho avuto modo di
verificare l’effettiva autonomia della batteria. In ogni caso, a breve
pubblicherò i risultati di alcuni test approfonditi. In generale,
l’iPhone 3GS sembra paragonabile in termini di autonomia della batteria
all’iPhone 3G. Trascorrendo una intera giornata in viaggio con l’iPhone
3GS e utilizzando spesso Internet, la batteria si è esaurita in breve
tempo. Conviene collegare l’iPhone al computer quando si è a casa e sul
posto di lavoro, mentre chi trascorre molto tempo in auto può
acquistare un caricabatteria da auto (è possibile aumentare la durata
della batteria disabilitando il 3G e limitando allo stretto necessario
la navigazione su Internet).

Considerazioni finali

L’iPhone 3GS è senza dubbio il miglior
iPhone che Apple abbia mai fatto. Gli ingegneri di Cupertino sono
riusciti a porre rimedio ad alcuni punti deboli dei modelli precedenti,
aggiungendo maggiore velocità, il controllo vocale delle principali
funzioni del telefono, una migliore fotocamera con autofocus e con
funzione di registrazione video. La maggiore quantità di RAM installata
permette alle attuali applicazioni per iPhone non solo di girare più
velocemente, ma anche con un minor numero di crash, e le incredibili
prestazioni grafiche consentiranno all’iPhone 3GS di candidarsi come la
migliore console giochi portatile. Con due importanti aggiornamenti
negli
ultimi anni, la piattaforma iPhone ha fatto passi da gigante nel
settore degli smartphone. Al di là della grande varietà di applicazioni
di terze parti, il sistema di base ha guadagnato il supporto per il
copia e incolla; i calendari, i contatti, le e-mail di Microsoft
Exchange; la possibilità di registrare memo vocali e la ricerca di
Spotlight. Chi ha l’iPhone 3G e comprerà il 3GS,
apprezzerà sicuramente la velocità. Gli utenti dell’iPhone EDGE, oltre
alla citata maggiore velocità del telefono, gradiranno soprattutto il
3G, anche se molto probabilmente troveranno la plastica lucida del
retro dell’iPhone meno elegante dell’alluminio spazzolato.Chi non ha
mai avuto un iPhone, ma sta
prendendo in considerazione l’acquisto di uno smartphone per la prima
volta, non riuscirà a trovare un telefono migliore dell’iPhone 3GS.
Infatti, anche se il lancio del primo iPhone avvenuto due anni fa, ha
avuto il grande merito di stimolare lo sviluppo degli smartphone
touchscreen, al momento solo qualche produttore sta iniziando ad
avvicinarsi all’iPhone in termini di funzionalità. Apple dovrà
continuare a sviluppare il suo cellulare per stare al passo con la
concorrenza, ma, oggi il miglior smartphone del pianeta è l’iPhone 3GS.

fonte:

spidermac di stefano donadio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.