La Cina apre all’iPhone il melafonino a ottobre


PECHINO – Apple è finalmente riuscita a rompere l’ultimo muro per il suo iPhone. L’azienda di Steve Jobs è riuscita a stringere un accordo che le consentirà di commercializzare il suo telefono in Cina. L’annuncio, che conferma indiscrezioni di stampa, è giunto da Hong Kong dalla China Unicom, azienda a controllo pubblico. “Abbiamo siglato un’intesa pluriennale con China Unicom per portare l’iPhone nel mercato cinese e puntiamo a lanciarlo nel quarto trimestre del 2009”, ha confermato Alan Hely, portavoce della Apple.

China Unicom, il più piccolo degli operatori cinesi con “solo” 140 milioni di abbonati, aveva intavolato trattative con il colosso americano all’inizio di gennaio, dopo che il governo di Pechino aveva iniziato a distribuire licenze per la telefonia di terza generazione. L’accordo apre all’iPhone le porte del più grande mercato del mondo per i telefoni cellulari, con i suoi 700 milioni di utenti. Inoltre per Apple il paradosso era costituito dal fatto che proprio in Cina vengono prodotte diverse componenti chiave dell’iPhone.

L’ annuncio della Unicom è avvenuto contemporaneamente alla diffusione dei dati sui profitti del primo semestre 2009, che sono caduti del 45 per cento ma sono stati leggermente superiori alle previsioni degli economisti. La compagnia non ha precisato quali modelli di iPhone verranno immessi sul mercato, ma ha affermato che i prezzi andranno tra i 2.500 e i 3.000 yuan (250-300 euro). In base alle restrizioni decise dall’esecutivo, tuttavia, l’iPhone non potrà sfruttare la funzione di internet wifi. L’accordo per la distribuzione è valido per due anni.

La Apple è già presente in modo massiccio sul mercato cinese. Il più grande Apple Store dell’Asia è stato aperto poco più di un anno fa a Pechino, nel quartiere commerciale di Sanlitun.

fonte repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.