Leopard VS windows 7


Windows 7 è finalmente arrivato sugli scaffali dei negozi (“finalmente” per gli utenti PC). Il nuovo sistema operativo di Microsoft si basa su Windows Vista e attenua le asperità di Vista, anche se porta un certo numero di nuove funzionalità, come la ri-elaborata barra delle applicazioni.

Nel frattempo, Apple con Snow Leopard ha concentrato la sua attenzione su tecnologie all’avanguardia e la maggior parte delle novità sono, come si dice in questi casi, sotto il cofano, anche se ha aggiunto una serie di piccole novità all’interfaccia utente, rifiniture e correzioni varie.

C’è molto da dire a proposito di come “il grande gatto” di Apple e il numero fortunato di Microsoft si assomigliano…

La gestione dei file

Il Finder di Snow Leopard e Esplora Risorse di Windows 7 hanno interfacce sorprendentemente simili: entrambi hanno campi di ricerca veloce in alto a destra; la barra del percorso in basso (in OS X è facoltativa e può essere attivata nel menu Vista), una barra laterale per facilitare l’accesso alle cartelle e risorse più utilizzate sul computer.

Finder

Windows7-Esplora

Windows 7 introduce una nuova funzionalità chiamata Raccolte, un modo per visualizzare il contenuto di cartelle diverse in un unico luogo. Per esempio, la “Raccolta Immagini” raccoglie i contenuti delle cartelle “Immagini” e “Immagini pubbliche”. È possibile aggiungere o modificare le cartelle utilizzandone altre collegate ad un’altra libreria, ovviamente.

Windows7-Raccolte

Nulla in Snow Leopard è simile a Raccolte di Windows 7. La funzione che si avvicina di più sono le  ricerche salvate (note come Cartelle Smart), ma una ricerca salvata mette insieme i file in base a criteri di ricerca, non ad una cartella in particolare. Non si può, per esempio, creare una cartella smart contenente tutte le foto di solo due cartelle. D’altro canto, le Raccolte di Windows 7 non possono essere combinate con i risultati della ricerca salvata.

Sia Snow Leopard che Windows 7 permettono di visualizzazione le icone in grandi dimensioni. Windows 7 supporta icone di fino a 256×256 pixel. Snow Leopard supera Windows 7, dal momento che è possibile visualizzare le icone fino a una apparentemente assurda risoluzione 512X512 pixel (512 pixel è anche la risoluzione delle icone di OS X 10. 5 Leopard, ma il Finder non può mostrarle con questa risoluzione al di fuori di Quick Look e Cover Flow).

Risoluzione-iCone-FinderRisoluzioneImmagine

Accesso veloce

Alcune applicazioni per OS X usano il menu pop-up del Dock per visualizzare informazioni specifiche e forniscono un facile accesso ai comandi utilizzati di frequente. Per esempio, se si clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di iTunes nel Dock di Snow Leopard, si otterrà un menu che consente di vedere quale canzone si sta ascoltando, avviare la riproduzione o mettere in pausa la musica, assegnare un punteggio per il brano corrente, e altri semplici comandi.

Itunes-pop-up-menu

JampList

Microsoft introduce una funzionalità simile, chiamata Jump List che non solo fornisce l’accesso ai comandi più comuni (la Jump List di Windows Media Player, per esempio, ha un comando Play), ma consentono anche di aggiungere elementi a una specifica lista. Per esempio, è possibile aggiungere le cartelle comunemente utilizzate alla Jump List di Windows Explorer e i documenti importanti alla Jump List di WordPad.

Snow Leopard non dispone di una opzione direttamente confrontabile con la Jump List di Windows, ma gli utenti Mac possono utilizzare gli Stack nel Dock per ottenere un rapido accesso a file e cartelle. Con Snow Leopard, Apple ha migliorato il funzionamento degli Stack: ora è possibile visualizzare un numero illimitato di elementi in uno Stack utilizzando la vista Griglia grazie alla presenza di una barre di scorrimento, e si può navigare all’interno dei cartella senza dover aprirla nel Finder. Inoltre, è possibile inserire con un drag-and-drop un file nel Dock per l’accesso rapido.

Anteprime

Oltre alle funzioni Quick Look e Cover Flow introdotti con Leopard per visualizzare rapidamente i file, con Snow Leopardè possibile visualizzare ancora più velocemente i contenuti dei file semplicemente portando il cursore sopra l’icona del documento. Se si tratta di un PDF multipagina, sarete in grado di visualizzare l’intero contenuto del documento con i pulsanti pagina successiva e precedente per navigare (foto a sinistra). Allo stesso modo, portando il cursore del mouse su un filmato, appariranno i  controlli per la riproduzione, e sì, questo significa che è possibile guardare un filmato QuickTime-compatibile direttamente dall’icona.

Finder-Icone-003

Windows 7 ha un funzione di anteprima opzionale da utilizzare in qualsiasi finestra di Esplora risorse. E’ sufficiente selezionare un file, e la relativa anteprima verrà visualizzata nel pannello apposito. Rispetto alla funzionalità di anteprima di Snow Leopard, quella di Windows 7 sembra piuttosto essenziale (ad esempio, il testo perde tutta la formattazione), ma è meglio di niente. Inoltre, come è avvenuto con Vista, le icone delle cartella in Windows 7 forniscono dei cenni sul contenuto della cartella.


ANteprimaWindows7

Exposé, introdotto a partire dal 2003, si arricchisce in Snow Leopard di nuove funzionalità. Più in particolare, è ora possibile cliccare e tenere premuto sull’icona del Dock per qualsiasi applicazione attiva, in modo da visualizzare tutte le finestre aperte relative all’applicazione stessa. Questa caratteristica ora si estende alle finestre ridotte a icona. Per cambiare il comportamento delle finestre ridotte a icona, in Preferenze di Sistema/Dock bisogna spuntare l’opzione “Contrai le finestre in icona applicazione”. Poi, quando si fa click sul pulsante giallo, la finestra volerà verso il Dock, scomparendo però nell’icona della sua applicazione. Per tornare indietro, si può selezionare al finestra minimizzata dal menu Finestra dell’applicazione (un diamante nero apparirà accanto al nome a indicare che è ridotta ad icona), oppure si può fare click con il tasto destro del mouse sull’applicazione nel Dock e scegliere la finestra da un elenco (ancora una volta, le finestre minimizzate verranno visualizzati con un diamante accanto al loro nome), oppure fare click e tenere premuto sull’icona dell’applicazione nel Dock per attivare Exposé e la visualizzazione di tutte le finestre ridotte a icona nella parte inferiore dello schermo, mentre nella parte superiore verranno mostrate quelle aperte sulla scrivania. Basta cliccare su una finestra minimizzata per portarla in primo piano nel Finder.


Anteprima003

Windows 7 introduce un nuovo strumento di gestione delle finestre chiamata Aero Peek simile a quella di Snow Leopard, che mostra un’anteprima della finestra relativa a un’applicazione con cui si desidera iniziare a lavorare. Per utilizzare Aero Peek, cliccare sull’icona della barra delle applicazioni relativa all’applicazione desiderata, quindi passare il puntatore del mouse sui riferimenti. Tutte le altre finestre saranno rese trasparenti, lasciando visibile solo la finestra sui cui scorre il mouse.


windows_7_rc1-400x250
L’aspetto più utile di Aero Peek è la sua funzione di anteprima del desktop. Se si desidera dare una veloce occhiata al desktop senza nascondere tutte le finestre, è sufficiente spostare il puntatore del mouse nell’angolo in basso a destra della barra delle applicazioni; in una sola volta, tutte le finestre diventeranno trasparenti. Cliccare nell’angolo in basso a destra della barra delle applicazioni per nascondere tutte le finestre aperte e visualizzare il desktop, cliccare di nuovo per tornare al lavoro. Questa opzione è più o meno equivalente alla funzione Show Desktop in Exposé di OS X, che sposta tutte le finestre fuori dallo schermo con un tasto (o con un colpo di mouse, se è stato impostato un hot-corner per Exposé).

FONTE spidermac



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.