Prima di vendere bisogna sedurre.


E’ una semplice regola del commercio (e dell’ecommerce) ed un classico di ogni attività che voglia diventare un commercio di successo.

La realtà è sempre diversa dall’intenzione e molte attività commerciali sono noiose e boriose. Oltre ad annoiare con la pretesa di essere sempre considerati i migliori, vogliono anche che li si pensi geniali ed innovativi.

Non è una questione di tattica, è spesso una questione di strategia di fondo, che è spesso legata al peso degli investimenti che si fanno. Molti ragionano ancora per iniziative speciali, o semi-esperimenti un po’ mordi-e-fuggi ed allora si impianta un e-commerce e si condisce tutto con una spammata continua sui social network, sperando di acchiappare qualcosa.

Oppure le grandi aziende impostano ancora grandi campagne in cui il budget è al 95% sull’off-line e il 5% sulla derivazione social. Opoure ancora, pensano alla derivazione social come allo strumento per continuare a parlarsi addosso.

D’altra parte lo scenario è ancora altamente fluido, e forse gli stessi che oggi parlano di ingaggio sociale ci potrebbero anche dire che, in fondo appena passasse la “moda” dei social media, i soldi con la televisione di massa sono sempre i meglio spesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.