10.6


Snow Leopard, il prossimo importante aggiornamento per OS X, sarà disponibile nel mese di settembre, lo ha annunciato Apple nel corso del Keynote Worldwide Developer Conference. Tuttavia, 10.6 OS X funziona solo su Mac Intel, quindi i proprietari di un Mac PowerPC non potranno effettuare l’update. Il passaggio ad un sistema operativo “solo Intel” determina la fine dell’epoca PowerPC. Apple ha annunciato la transizione ai processori Intel nel 2005 ma fino adesso aveva continuato a supportare entrambe le piattaforme hardware. Cosa c'è di nuovo in Snow Leopard “Abbiamo lavorato sul successo di Leopard e dato vita ad un'esperienza ancora migliore per i nostri clienti, dall’installazione allo spegnimento” ha dichiarato Bertrand Serlet, senior vice presidente Apple per il Software Engeneering. Gli ingegneri Apple hanno dato vita a centinaia di miglioramenti, a partire dal Finder che sarà più reattivo; Mail caricherà i messaggi l’85% più velocemente mentre le ricerchesaranno fino al 90% più veloci; Time Machine effettuerà il back up iniziale più veloce del 50%; il Dockguadagna la funzione; la versione a 64-bit di Safari 4 migliora le performance dell’engine Nitro JavaScript fino al 50% ed è resistente ai crash dovuti ai plug-in. Sarà anche possibile navigare tra le cartelle in uno Stack per vedere tutti i file al suo interno. Snow Leopard comprende inoltre un QuickTime X completamente nuovo con un riproduttore ridisegnato che permette di vedere, registrare, tagliare e condividere video su YouTube, MobileMe o iTunes. Snow Leopard occupa anche meno spazio, fino a 6GB in meno una volta installato. Per la prima volta le applicazioni di sistema, compresi Finder, Mail, iCal, iChat e Safari, sono a 64-bit e il supporto ai processori a 64-bit di Snow Leopard permette l’utilizzo di grandi quantità di RAM (rimanendo compatibile con le applicazioni a 32-bit). Grand Central Dispatch (GCD) fornisce ai software una nuova e rivoluzionaria modalità per sfruttare i processori multicore. GCD è integrato attraverso Snow Leopard, dalle nuove API di sistema ai framework e alle estensioni del linguaggio di programmazione, incrementando la reattività in tutto il sistema. OpenCL, standard aperto basato su C, permette agli sviluppatori di sfruttare la potenza dell’unità di elaborazione grafica. Snow Leopard integra il supporto a Microsof Exchange Server 2007 all’interno di Mac Os X Mail, Rubrica Indirizzi e iCal in modo che è possibile utilizzare queste applicazioni per spedire e ricevere mail, creare e rispondere a inviti di meeting, e per cercare e gestire i contati con liste di indirizzi globali. La licenza Excheange è inclusa in Snow Leopard, non bisogna pagarla a parte. Quanto costa Snow Leopard costa €29 per gli utenti di Leopard, è disponibile anche un Family Pack per €49. Il prezzo è ben lungi da quello abituale dei nuovi OS X. Leopard costa €129, per esempio.

Snow Leopard disponibile a settembre ma solo per Intel. Tutte ...