Cannon Sail 2018 “Il passaggio segreto”

Cannon Sail 2018 “Il passaggio segreto”

San Giuliano è ora di pranzo, non si muove una foglia. C’è il sole si è una bella giornata d’accordo ma dove andiamo?! Siamo anche in ritardo, ci vengono incontro con la barca appoggio per fortuna sulla linea di partenza comincia a entrare una bavetta da est…
3 2 1 partiti!
Un grumo infernale assedia la barca comitato, Betty IV viene assalita (da sopravvento) da un immensa vela al terzo dalla quale ci si libera in qualche modo. Siamo quindi nelle retrovie, sottovento a tutti, cominciamo bene, per fortuna ci si consola guardando Stella mia che sembra aver tirato il freno a mano e non riesce ad accelerare. Parte invece molto bene Elle mentre Borin si mette in controllo. Saranno questi i nostri diretti avversari (classe Micro) con cui ce la giocheremo fino all’ultimo.
È una lunga galoppata di bolina, alla Valentino Rossi cominciamo a sorpassare da sottovento senza dare tanto nell’occhio finché… Bim Bum Bam fermi… maledetto canale dei taxi, un agonia passarlo ogni volta coi suoi treni di onde sempre in prua… perdiamo un po di strada ma ci rimettiamo a camminare e di nuovo alla Valerossi!
Madonna del monte, tutti passano sopravvento, noi sotto, scelta che paga qualcosa ma ci porta a sfiorare la barena alla nostra sinistra.
Rischiamo grosso, all’ultimo vediamo un palo di ferro a filo acqua (ma immerso) che per fortuna non ci affonda ma lascia il segno.
Crevan, un atmosfera magica, barene e isole tutt’intorno, nuvoloni, aria tersa, l’acqua di un blu scurissimo, Burano alla nostra sinistra, tutto con dei colori meravigliosi.
Siamo a metà flotta davanti le Alpa 550 conducono i giochi noi siamo appiccicati a Stella mia, davanti uno strepitoso Elle apre la strada.
Un paio di virate con incroci non propizi alla Betty mentre Stella allunga un po.
Issiamo spi e miriamo il traguardo ma di fronte a noi ci sono le barene, che fare? Seguire i primi? Anche no! Enzo dov’è il passaggio segreto? Da sottocoperta proviene solo il rombo dei motori della formula uno, in diretta streaming…
Individuato il passaggio cominciamo una lunga galoppata che a tratti pagherà noi sopravvento e a tratti i nostri avversari sottovento.
Arriviamo all’isola di San giuliano letteralmente insieme a Elle, Stella mia nel frattempo ha allungato molto superando lo stesso Elle.
Ce la giochiamo fino all’ultimo facendo lo slalom speciale fra le poche briccole che ci separano dall’arrivo e alla fine riusciamo a spuntala.
Chiudiamo quarti assoluti su sedici barche al via, secondi fra i Micro, dopo tre ore e più di dodici miglia percorse.
Un plauso all’equipaggio dell’Alpa 1 sociale che ha dominato la veleggiata, e uno allo staff organizzatore.
Ora ci attende un ottima cena da Valerio (bar Canottieri) per premiarci della fatica fatta!
Alla prossima

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *